I consigli - PUGLIA FOOD srl

puglia food srl
dalla Terra e dal Mare

I prodotti surgelati rappresentano una reale garanzia di freschezzapassano infatti solo poche ore dal momento in cui il prodotto viene raccolto, a quello in cui viene surgelato.Le proprietà nutritive come vitamine, sali minerali e fibre non si disperdono.Per questo si dice che il surgelato è ...“più fresco del fresco”.

collegamento al menù puglia food
Vai ai contenuti
.






La "catena del freddo"
Per essere sicuri di avere di fronte un prodotto confezionato a regola d’arte dovremmo assicurarci che sia stata rispettata la “catena del freddo”, ovvero il fatto che la temperatura dell’alimento non abbia mai superato i -18°C dal momento del surgelamento in poi. Ci sono dei dettagli che possiamo osservare per capire se abbiamo di fronte un prodotto di qualità, oppure un alimento ricongelato.
Infatti vi sono alcune caratteristiche possono “denunciare” una variazione della temperatura e questi sono: la confezione dall’esterno non deve essere ricoperta di ghiaccio o di brina; gli alimenti all’interno non dovrebbero rilasciare liquidi; non devono essere aggregati in blocchi di medie e grandi dimensioni.
.











A tavola ...
Dal freezer alla tavola, esistono modi diversi per riportare il prodotto raffreddato ad una temperatura adatta alla preparazione e al consumo.
I surgelati vanno prima fatti scongelare nel frigorifero e poi preparati subito: essendo prodotti molto freschi, infatti, potrebbero danneggiarsi se conservati dopo averli riportati ad una temperatura superiore ai -18°C. Inoltre, non possono assolutamente essere ricongelati.
Per quanto riguarda i prodotti congelati, lo scongelamento può avvenire in frigo, ma anche a bagnomaria oppure a temperatura ambiente. Anche in questo caso è fondamentale consumare in fretta tutto quello che viene scongelato, a maggior ragione se consideriamo che nell’alimento potrebbero non aver mai smesso di agire enzimi e batteri. Essi infatti, non muoiono a basse temperature, ma semplicemente smettono di dividersi, senza perdere la capacità di farlo che viene “riattivata” una volta scongelato il prodotto.
Un’eccezione è quella dell’anisakis, un pericoloso parassita intestinale che si può trovare in alcuni tipi di pesce crudo, che muore se il prodotto viene mantenuto al di sotto dei -20°C per almeno 24 ore.
.










Surgelati & congelati
I prodotti surgelati rappresentano una reale garanzia di freschezza: passano infatti solo poche ore dal momento in cui il prodotto viene raccolto a quello in cui viene surgelato. Le proprietà nutritive (come vitamine, sali minerali e fibre) quindi non si disperdono: per questo si dice che il surgelato è “più fresco del fresco”. La surgelazione può avvenire solo in ambito industriale e consente di raggiungere temperature inferiori a –18° in poco tempo. Il processo di congelamento, che può essere effettuato anche in ambito domestico, avviene invece in un tempo più lento. Di conseguenza, all’interno del prodotto si formano cristalli di ghiaccio di dimensioni maggiori che, al momento dello scongelamento, determinano una perdita dei principi nutritivi e della qualità organolettica dell’alimento. Pertanto c’è una grande differenza tra congelati e surgelati: questo ultimo tipo di conservazione permette di mantenere le caratteristiche del prodotto appena colto.
I prodotti surgelati mantengono i loro principi nutritivi, più di quelli congelati.
.














Torna ai contenuti